In Sicilia si torna tra i banchi di scuola il 12 settembre

La Regione Sicilia si prepara a tornare a scuola e ha grandi novità per i suoi studenti quest’anno. Infatti l’assessore regionale alla Formazione, Roberto Lagalla, ha da poco firmato un decreto che renderà tristi molti studenti. Nell’anno scolastico 2018/2019 l’assessore ha annunciato un cambiamento di rotta: la Regione diventa più intransigente sui giorni di scuola, il tetto minimo è stato alzato a 200 giorni da raggiungere, gite escluse, e ben quattro giorni di festa in meno. Gli studenti siciliani saranno dunque chiamati in classe per il 15 maggio, il giorno della festa della Regione; anche le vacanze di Natale sono state toccate da questo decreto, infatti il rientro è fissato per il 7 Gennaio, e non per il consueto 8. Inoltre l’inizio delle lezioni previsto dal calendario scolastico 2018/2019 è previsto per il 12 settembre 2018, mentre di solito la data del rientro in Sicilia slitta sempre di qualche giorno rispetto alle altre regioni. Le brutte sorprese non finiscono qui, infatti slitta anche l’ultimo giorno di scuola; fissato per l’11 giugno, invece che per il venerdì precedente. Ma vediamo i giorni nel dettaglio. L’assessore che ha deciso di irrigidire il calendario scolastico di quest’anno tuttavia rassicura le scuole che ci sarà margine di manovra e via libera per eventuali ponti qualora le scuole decidano di aprire anticipatamente per recuperare i giorni di festa in più. Le uniche vacanze che hanno visto la clemenza di questo nuovo calendario sono quelle di Pasqua, che prevedono un giorno in più di chiusura, quindi andranno dal 18 al 24 aprile 2019. Mentre la chiusura estive delle scuole dell’infanzia è prevista il 29 giugno 2019