fbpx

Grave incidente sul lavoro per un macellaio, che lavorava presso il supermercato “Dimeglio” situato in via Lenin, a Palma di Montechiaro. Mentre stava servendo i clienti al bancone è rimasto con la mano incastrata nel tritacarne: la macchina è stata subito bloccata, ma nel frattempo le dita erano già state maciullate dall’ingranaggio. Portato d’urgenza all’ospedale di Licata, è stato necessario amputare l’arto. La vittima dell’ennesimo infortunio sul lavoro è Vincenzo Palillo, 40 anni, nato a Porto Empedocle, da tempo residente a Favara. E’ accaduto verso le 17 , i medici dell’ospedale e i vigili del fuoco hanno provato in tutti i modi di liberare il macellaio dal tritacarne smontandolo pezzo per pezzo, ma non ci sono riusciti. A quel punto, dopo averlo sedato, hanno deciso di staccare il macchinario e trasportarlo insieme alla vittima in ambulanza fino all’ospedale di Licata. Una volta al pronto soccorso, però, le condizioni dell’uomo, sottoposto a uno stress e a un dolore incredibile, oltre che alla perdita di molto sangue, si sono aggravate. I medici con grande freddezza a quel punto hanno deciso di amputare l’arto.