fbpx

Hanno agito in piena notte appiccando il fuoco e distruggendo il gazebo dei precari della scuola di Agrigento che da fine agosto sono in sit-in permanente nei pressi dell’ufficio scolastico provinciale.

Un atto inquietante, il quinto in un mese, che oltre alla distruzione del gazebo ha visto anche la comparsa di scritte ingiuriose indirizzate ai precari: come “parassiti” e “accattoni dello stato”.

Un fatto che preoccupa molto la rete precari scuola di Agrigento.

Ai nostri microfoni due rappresentanti, Emma Giannì e Giuseppe Gueli

I precari sottolineano che il presidio non si fermerà. E a tal proposito il presidente della provincia di Agrigento Eugenio D’Orsi ha annunciato di donare alla rete un nuovo gazebo per proseguire il sit-in.