fbpx

Nell’ambito dell’inchiesta della Procura della Repubblica di Agrigento sull’affidamento diretto da parte del Comune (per gli anni 2008, 2009 e 2010) alla Tetris Onlus di funzioni assistenziali e sociali, gli indagati sarebbero 11 e la Procura aveva chiesto l’applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari per i funzionari del Comune di Agrigento, nonché per il legale rappresentante della Tetris Onlus. I tre sono accusati di abuso in atti d’ufficio e turbativa d’asta. La Procura aveva inoltre chiesto l’applicazione della misura cautelare della sospensione dal servizio per altri due dipendenti del Comune di Agrigento, indagati per falso. L’inchiesta è coordinata dal procuratore aggiunto Ignazio Fonzo e dal sostituto Michela Francorsi.