fbpx

La Corte d’Appello di Palermo ha rigettato la proposta della Procura di Agrigento e ha confermato la sentenza di non luogo a procedere perchè il fatto non sussiste. Niente rinvio a giudizio per l’ex sindaco di Porto Empedocle, Calogero Firetto, e altri tre imputati dell’inchiesta sulla presunta falsificazione dei bilanci del Comune.  I giudici  hanno rigettato il ricorso del pubblico ministero Chiara Bisso,  che chiedeva di mandare a processo i quattro imputati anche relativamente alle accuse legate allo strumento finanziario del 2014. 

Il Gup del Tribunale di Agrigento, Alessandra Vella, un anno fa, ha disposto l’approfondimento dibattimentale per Calogero Firetto, l’ex dirigente dei servizi finanziari dell’ente Salvatore Alesci e quattro revisori dei conti fra cui Enrico Fiannaca. Solo Ezio Veneziano, revisore dei conti per l’anno 2014, era stato prosciolto. Il Gup ha rigettato la richiesta di rinvio a giudizio nei suoi confronti come per gli altri imputati ai quali si contestava la stessa accusa per quel  periodo.

Il Pm, invece, contestava questa parte della sentenza e chiedeva alla Corte di appello di disporre il nuovo rinvio a giudizio di Firetto, Alesci, Fiannaca e Veneziano. Ci attendevamo questo esito- commenta Firetto- dopo tre sentenze inequivocabili e trancianti della Corte dei Conti che ci avevano già reso giustizia”.