Incidenti domestici causati dalle stufe a gas

Ancora due incendi domestici determinati da altrettante bombole di gas. E’ accaduto, ieri, in abitazioni di Campobello di Licata prima e San Giovanni Gemini dopo. Ad accorrere, da un capo all’altro dell’Agrigentino, sono stati i vigili del fuoco. Tanta la paura per i proprietari delle due diverse case, pochi – per fortuna – i danni: pareti annerite e qualche mobile bruciacchiato. I vigili del fuoco dopo aver avuto la meglio sugli incendi, si sono occupati della sicurezza delle abitazioni. Nessuno è, per fortuna, rimasto ferito. A Castrofilippo, invece, le esalazioni della stufa a gas mal funzionante hanno fatto rischiare grosso ad una pensionata di 77 anni. Una donna che è rimasta leggermente intossicata ma che ha, dopo l’intervento dei vigili del fuoco e di un’autoambulanza del 118, rifiutato d’essere accompagnata – per gli accertamenti sanitari – al pronto soccorso dell’ospedale “Barone Lombardo” di Canicattì.