fbpx

All’educazione la chiesa italiana intende dedicare il prossimo decennio. Ieri pomeriggio nel seminario arcivescovile di Agrigento è stato presentato il testo sulla scelta educativa della CEI rivolo ai giovani dal titolo “educare alla vita buona secondo il vangelo”. Si tratta di un progetto che ha l’obiettivo di tracciare gli orientamenti pastorali per i prossimi dieci anni. Ogni pagina del testo contiene speranza e prospettive, nonostante il periodo difficile, invita a fare un’analisi , una verifica, di quelle che sono le emergenze educative delle nuove generazioni.
Il dipartimento pastorale della diocesi agrigentina sta studiando il documento della CEI e pensa di coinvolgere delle parrocchie pilota che potrebbero mettere a fuoco quelli che potrebbero essere i progetti , gli itinerari educativi e cercare di dare una sfida nuova anche all’interno della comunità.
A presentare il testo, oltre don Ezio Sazio, c’erano anche Francesca Puleo, docente di morale alla facoltà teologica di Sicilia, e don Baldo Reina, vicario per la pastorale. Quest’ultimo ha spiegato che nell’arcidiocesi di Agrigento siano state già avviate delle scuole di formazione cristiana.
Ai tre relatori è stato chiesto di concludere l’incontro , in seminario, con tre domande o quesiti che assieme ad altre tre domande-quesiti preparate dal dipartimento pastorale verranno proposte alle varie “realtà educative-culturali” presenti in città per poi analizzarle insieme, dipartimento e collegio direttivo della forania e , poi, proporre eventuali scelte culturali-pastorali per l’anno 2011-2012.