fbpx

Interdetto l’accesso ed il transito pedonale alla Scala dei Turchi fino al prossimo mese di aprile. In un incontro alla Regione siciliana è arriva la decisione: stop all’accesso per tre mesi.I tre mesiscrive il sindaco di Relamonte, Lillo Zicari- dovranno servire per attivare un tavolo tecnico in grado di effettuare uno studio più approfondito della questione e proporre/attivare eventuali interventi di messa in sicurezza dell’area e mitigazione.” Intanto, Mareamico ringrazia il Presidente della Regione Musumeci per la sensibilità mostrata nell’aver raccolto il grido di allarme sulla situazione della Scala dei Turchi, convocando una riunione, a palazzo d’Orleans. “Il Presidente- dice l’associazione ambientalista- ha capito benissimo quali sono i problemi della Scala dei Turchi: i mancati controlli dell’enorme flusso di visitatori, i rischi connessi alla pericolosità oggettiva del sito, le ricorrenti frane e la vicenda legata alla proprietà della scogliera. La Regione ha il dovere di proteggere questa bellezza paesaggistica e l’unico percorso per tutelarla dovrebbe essere quello di espropriare il bene. Avendo acquisito la titolarità della scogliera si potrà proseguire con ulteriori interventi di salvaguardia e messa in sicurezza nel settore ovest, che crea le maggiori preoccupazioni. Sarebbe necessario anche che la famosa scogliera possa essere iscritta tra i monumenti naturali e, come auspicano tutti, inserita tra i siti patrimonio dell’UNESCO.”