antimafia Attualità Caltanissetta Cronaca

Interrogatori di garanzia inchiesta double face. Montante respinge le accuse. Musumeci:” Anche in Sicilia l’industria dell’antimafia ha avuto le sue ciminierie”

Interrogatori di garanzia inchiesta double face. Montante respinge le accuse. Musumeci:” Anche in Sicilia l’industria dell’antimafia ha avuto le sue ciminierie”
Rate this post

È durato più di sei ore l’interrogatorio di garanzia dell’ex presidente di Confindustria Sicilia, arrestato dalla Procura di Caltanissetta con l’accusa di associazione a delinquere finalizzata alla corruzione. Si è avvalso della facoltà di non rispondere invece Diego Di Simone, ex sostituto commissario della squadra mobile di Palermo.

Ho sposato le istituzioni. Non ho mai avuto vantaggi, nè appalti, nè finanziamenti, nè agevolazioni. Ho stravolto la mia vita e sono sicuro che non posso più tornare indietro” così l’ex responsabile Legalità di Confindistria si sarebbe giustificato al gip del tribunale nisseno, respingendo dunque le accuse mosse dalla Procura.

Tra le reazioni all’operazione “Double Face” registriamo anche quella del presidente della Regione, Nello Musumeci. “Anche in Sicilia – ha detto il governatore – l’industria dell’antimafia ha avuto le sue ciminierie”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *