fbpx

Visita ufficiale a Porto Empedocle dell’ammiraglio Francesco Carpinteri, Direttore Marittimo della Sicilia occidentale sotto la cui giurisdizione ricadono tutte le Capitanerie di Porto delle province di Palermo, Trapani, Caltanissetta e Agrigento. A riceverlo nella sede della Guardia costiera empedoclina il comandante Vito Ciringione. L’ammiraglio, coadiuvato dai suoi più alti ufficiali, ha ispezionato gli uffici della Capitaneria di Porto-Guardia costiera constatando l’efficienza e l’alta professionalità raggiunta in tutti i compiti d’istituto. Incontrando il personale militare e civile ha avuto parole d’elogio per il lavoro svolto in un contesto alquanto ampio e difficile qual è il Compartimento marittimo di Porto Empedocle, con la sua ampiezza di costa di circa 200 km, da cui dipendono anche gli Uffici marittimi di Licata, Sciacca e Lampedusa. La giornata agrigentina dell’alto ufficiale è stata caratterizzata anche da diversi incontri istituzionali, tra i quali con il prefetto Francesca Ferrandino, il procuratore aggiunto Ignazio Fonzio e il sindaco di Porto Empedocle Calogero Firetto. Con il rappresentante territoriale del Governo e gli amministratori locali l’alto ufficiale si è soffermato sulle tematiche inerenti lo sviluppo del territorio agrigentino legato allo scalo marittimo di Porto Empedocle, alla sua funzionalità e alle prospettive future.