La Fiaccolata dell’Amicizia

Ieri sera altro importante appuntamento della Sagra del Mandorlo in Fiore di Agrigento, giunta quest’anno alla 71esima edizione. Si e’ svolta la Fiaccolata dell’Amicizia. Tutti i gruppi stranieri, ma anche quelli agrigentini, la banda della Spagna, i tammura di Girgenti si sono radunati in piazza Pirandello dinanzi il municipio di Agrigento. In una straordinaria miscela di colori, musica, folclore i partecipanti alla Sagra hanno atteso il messaggio del sindaco Calogero Firetto. Il primo cittadino si è affacciato dal balcone della sua stanza di Palazzo dei Giganti per dare il benvenuto ai gruppi internazionali che si contenderanno il tempio d’oro in miniatura domenica pomeriggio nella Valle dei Templi. All’imbrunire i gruppi hanno dato vita alla fiaccolata dell’amicizia. In testa al corteo la banda della Spagna e poi a seguire tutti gli altri gruppi folk. Non c’e’ sagra senza il suo personaggio simbolo, ovvero “Fonziu Purtuso”, vero nome Alfonso Restivo, vestito da paladino crociato. La Fiaccolata dell’Amicizia ha attraversato la via Atenea per l’occasione stracolma di gente. Migliaia di persone, in viaggio anche dai paesi limitrofi, hanno atteso il passaggio dei gruppi, tributando applausi e cenni di apprezzamento per la bellezza dei vestiti e la qualita’ del folclore. Alla 71esima Sagra del Mandorlo in Fiore, il Brasile, la Colombia, la Grecia, il Messico, la Polonia, la Serbia, la Romania, la Slovacchia, la Spagna, la Thailandia. Hanno partecipato alla fiaccolata anche i gruppi agrigentini: Citta’ dei Templi, Gergent – Kerkent, Citta’ di Agrigento, I picciotti da Purtedda, Sicilia Antica e Sicilia Terra incantata. Il percorso della fiaccolata si e’ concluso nei pressi della Prefettura e quest’anno non ha coinvolto le vie Callicratide e Manzoni. I gruppi folk all’arrivo a porta di Ponte hanno deviato per piazza Vittorio Emanuele e sono entrati al Palamandorlo dove sono stati presentati una alla volta al pubblico e alla stampa.