fbpx

In tempi ragionavolmente brevi, anche Sciacca potrebbe avere un museo regionale. Dopo l’apertura del museo della ceramica di Burgio, l’assessorato regionale ai Beni culturali punta diritto verso la realizzazione di un altro spazio museale di prestigio, quello delle arti e della ceramica in una città che punta decisamente sul turismo ma che è priva di uno spazio culturale di grande spessore. Il rinnovato interesse della Regione è confermato dalla soprintendente ai Beni culturali ed artistici della provincia di Agrigento, Gabriella Costantino: “Su Sciacca in passato abbiamo fatto studi e ricerche – dice – era stato individuato il complesso monumentale Santa Margherita per la realizzazione di un museo, poi quel percorso venne interrotto e la nostra attenzione si spostò su Burgio, dove abbiamo completato una progettazione che ci ha visto operare a braccetto con il Comune. Oggi c’è la volontà politica di riprendere quel discorso interrotto e di mettere in pratica le ricerche e gli studi di tanti anni”.