La tratta ferroviaria Agrigento – Palermo tra le peggiori in Italia News Agrigentotv

Sull’inefficienza dei collegamenti ferroviari in Sicilia, ne sono particolarmente coscienti i pendolari agrigentini, ma adesso arriva a confermare i disagi è uno studio pubblicato da  Legambiente, “Pendolaria” che misura la qualità dei treni e dei servizi ai viaggiatori. Dal lavoro svolto dall’associazione ambientalista, emerge come la tratta ferroviaria Agrigento – Palermo sia tra le linee peggiori d’Italia e si piazza al sesto posto nella speciale classifica elaborata. La graduatoria è stata stilata tenendo conto dei ritardi, delle lamentele e della tipologia dei treni, ma anche capienza ed età. In classifica anche la frequenza dei convogli e la condizione delle stazione. Secondo “Pendolaria” il tempo di percorrenza è di poco più di 2 ore, percorsi con una   velocità media di 67 chilometri orari, e sono 12 le coppie di treni che quotidianamente percorrono la linea lunga 137 chilometri ed elettrificata dagli anni 90. Malgrado la domanda di spostamento tra le due città sia molto rilevante, solo una percentuale bassa si sposta in treno”. La ragione -secondo Legambiente- sta nel fatto che i treni sono pochi e risultano molto spesso in ritardo, malgrado la linea sia ampiamente sotto utilizzata, specialmente nelle giornate di pioggia quando in molte stazioni si allagano i binari e si verificano frane.  E se da un lato, abbiamo linee ferrate pessime, dall’altro, la rete stradale siciliana non gode certo di ottima salute e a subire i disagi comunque restano sempre i cittadini costretti a stringere la cinghia per pagare i lauti tributi al fronte di servizi sempre più carenti o prossimi allo zero.