fbpx

Negli ultimi due giorni sono oltre 1500 i profughi arrivati sulla più grande isola della Pelagie. Alle prime luci dell’alba di oggi, 347 persone provenienti dall’Africa sub sahariana, tra cui 22 donne e un bambino, sono stati salvati a circa 50 miglia da Lampedusa. La carretta del mare su cui viaggiavano,aveva il motore in avaria e rischiava di affondare. E’ stata raggiunta in tempo dalle motovedette della Guardia costiera e della Guardia di Finanza. Tutti i sono stati trasbordati sui mezzi navali militari e trasferiti al porto dell’isola. Nello stesso tratto di mare, ieri sono stati salvati circa 300 migranti. Sono complessivamente 609, 41 donne di cui 4 incinte, e sette bambini, i profughi trasbordati nella tarda mattinata, da un barcone con il timone rotto, sulle motovedette della Guardia costiera e della Guardia di Finanza. I migranti sono stati portati, al porto di Lampedusa, dove nel pomeriggio sono giunti altri 138 profughi, tra cui donne e bambini. Attualmente sull’isola sono presenti oltre 1500 immigrati, ospiti del Centro di accoglienza, dove ci sono anche duecento tunisini, in attesa di essere rimpatriati. Intanto è arrivata a Lampedusa la nave Flaminia, pronta a trasferire i profughi nelle strutture per richiedenti asilo, sparse lungo la Penisola.