fbpx

Il giudice per le udienze preliminari del Tribunale di Agrigento, Alberto Davico, ha condannato 4 cittadini tunisini accusati di essere i responsabili dell’incendio appiccato nel settembre dello scorso anno all’interno del Centro di accoglienza per immigrati clandestini di Lampedusa. Incendio che avrebbe potuto provocare una strage, visto che all’interno della struttura c’rerano 1.500 extracomunitari e nell’isola si viveva una gravissima emergenza a seguito dei continui sbarchi. Faysal Hamrouni, Mohamed Ghamauri, Mohamed Saleh e Bilal Fazzani sono stati condannati a tre anni di reclusione. Il pubblico ministero Giacomo Forte aveva chiesto la condanna a 4 anni. Gli imputati sono stati difesi dall’avvocato Ninni Giardina. Il processo è stato celebrato con il rito abbreviato.