fbpx

Ancora un salvataggio, il secondo nel giro di poche ore, a circa 50 miglia di Lampedusa. L’imbarcazione con a bordo 347 persone, aveva il motore in avaria. E’ stata raggiunta in tempo dalle motovedette della Guardia costiera e della Guardia di Finanza. Tutti i migranti sono stati trasbordati e trasferiti al porto dell’isola. Tra i profughi, tutti provenienti dall’Africa sub sahariana, 22 donne e un bambino. Sarebbero partiti due giorni fa, dalle coste libiche. Nella giornata di ieri nella stessa zona di mare, sono stati salvati circa 300 migranti. La carretta del mare su cui viaggiavano imbarcava acqua e rischiava di affondare. Dopo una tregua, che durava da quasi dieci giorni, gli sbarchi sono ripresi senza sosta. Intorno a mezzogiorno un barcone con a bordo, circa quattrocento profughi è arrivato direttamente al porto di Lampedusa. Nel primo pomeriggio l’arrivo di un’altra imbarcazione carica di migranti, avvistata a 40 miglia dalle Pelagie. Attualmente sull’isola sono presenti oltre 1500 immigrati, ospiti del Centro di accoglienza, dove ci sono anche duecento tunisini, in attesa di essere rimpatriati.