Cronaca

Licata: cade, si taglia una vena e muore dissanguato

Licata: cade, si taglia una vena e muore dissanguato
Rate this post

Una tragica fatalità. Un disabile di 55 anni , Michele Bona, è morto dissanguato nella sua abitazione di Licata. Mentre era intento a svolgere le faccende di casa, sarebbe inciampato e perdendo l’equilibrio, forse a causa delle stampelle utilizzate per la sua difficoltà a camminare, avrebbe sbattuto contro una vetrata, sfondandola in mille pezzi. Un frammento gli avrebbe reciso una vena di un braccio. Sentendo il frastuono, qualcuno si è allarmato ed ha chiamato la polizia ed il 118. Vani i tentativi di salvargli la vita del personale medico, così come riporta il quotidiano La Sicilia. Il suo cuore si è fermato poco dopo l’arrivo al presidio ospedaliero. Il tragico incidente domestico, nella prima mattinata di ieri, in un appartamento di una palazzina nell’abitato di Licata. Dopo la caduta l’uomo sarebbe rimasto immobile sopra il vetro in frantumi fino al suo ritrovamento.Vista la scena che si sono trovati davanti i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Licata, è stata fatta intervenire la scientifica per capire se ci fossero tracce che indicassero la presenza di altre persone al momento della tragedia, e se il decesso potesse essere stato causato da qualche aggressione o anche da un gesto volontario. Con il passare delle ore, però è stata fatta chiarezza.

Per questo motivo non sono stati disposti ulteriori accertamenti.