fbpx

Un custode della villa comunale Regina Elena è stato costretto a subire l’aggressione verbale e, pare, anche fisica di un gruppo di adolescenti che stavano utilizzando i giochi per bambini donati lo scorso anno dal sindacato di polizia Uips. Il custode si è avvicinato alle ragazzine – una quindicina in tutto – di età compresa tra i 14 e i 15 anni, per ammonirle circa l’utilizzo improprio che stavano facendo dei giochini, intimando loro di allontanarsi. Per tutta risposta il gruppo di ragazzine si è avvicinato all’uomo indirizzandogli contro improperi e pare anche qualche colpo proibito. L’uomo, circondato dalle giovanissime, vistosi in difficoltà, ha iniziato a gridare. Nel frattempo, qualcuno ha chiamato vigili urbani e polizia. Gli agenti del Commissariato, prontamente giunti sul posto, sono riusciti a bloccare e ad identificare una delle ragazzine.