fbpx

Pene per complessivi 48 anni di reclusione e 305 mila euro di multa sono state inflitte ai sette imputati del processo “Lenone”. Il Tribunale di Agrigento ha condannato Vasile Radu a 12 anni e 90 mila euro di multa, Gicu Radu a 10 anni e 75 mila euro di multa, Ionut Radu a otto anni e 60 mila euro di multa, Cocuta Radu, madre dei tre, a 9 anni e 6 mesi di reclusione e 70 mila euro di multa; Gioacchino Vella di Palma di Montechiaro a 5 anni e 6.000 euro di multa, i fratelli licatesi Angelo e Tommaso Grillo, rispettivamente a 2 anni a un 1 e 4 mesi di reclusione e 2.000 euro ciascuno di multa. La vicenda è relativa ad alcune ragazze minorenni costrette a prostituirsi a Licata e nei comuni limitrofi.