fbpx

Il Comune di Licata ha dato incarico ad un avvocato di avviare l’azione di risarcimento dei danni causati dall’incendio che il 2 novembre scorso venne appiccato da due ragazzini all’interno della scuola Don Milani. I danni – fini a questo momento il Comune ha speso circa 17.000 euro – saranno pagati dai genitori dei due baby piromani. L’intento del Comune, oltre a quello di recuperare fondi prezioni, è di dare un segnale forte all’intera comunità licatese.