fbpx

I carabinieri della compagnia di Licata hanno arrestato in flagranza di reato il pregiudicato, Giovanni Cusumano, 66 anni,poichè ritenuto responsabile di lesioni personali aggravate.I militari dell’Arma intervenuti presso un’abitazione dove era in corso una violenta lite, hanno accertato che il Cusumano, per futili motivi legati a vecchi dissapori, si era introdotto nella casa di una vicina e armato di coltello, ha aggredito la proprietaria e suo figlio. Madre e figlio rimasti feriti sono stati trasportati al pronto soccorso e giudicati guaribili in otto giorni. Anche Giovanni Cusumano ha dovuto ricorrere alla cure ospedaliere, in quanto durante la colluttazione è stato colpito al volto.