fbpx

Il livello di povertà che cresce, superando la media europea, il contrasto al carovita, la prevenzione e la sicurezza domestica, nonché l’educazione ambientale, sono i temi contenuti nel progetto“famiglie, consumatori & societa’…Istruzioni per l’uso” fortemente voluto dall’Unione nazionale consumatori Sicilia.

Un vero e proprio percorso itinerante, che sull’intero territorio regionale, coinvolgerà studenti e docenti, ma anche la cittadinanza in una grande campagna di sensibilizzazione dell’opinione pubblica. “La necessità, insomma, di tutelare le famiglie, nella lotta al caro vita per sostenere la ripresa dei consumi con benefici effetti per l’economia”, ha affermato il presidente dell’unione nazionale consumatori della Sicilia, Manlio Cardella, nel corso del convegno dal titolo “Consumatori&Società-il ruolo della donna nella famiglia” organizzato da soroptimist club, presieduto da Patrizia Pilato, che ha evidenziato la figura femminile come soggetto cardine dell’economia familiare.

Sul caro vita, incide indubbiamente il costo dei servizi, a partire dai rifiuti, argomento su cui è intervenuta il liquidatore di Gesa, Teresa Restivo.

Tra gli strumenti per raggiungere una fase di risparmio, la Restivo annovera anche la lotta all’evasione.

E su come, nella Regione Sicilia, non esista uno strumento di comparazione dei prezzi e delle tariffe a portata delle famiglie, il progetto dell’Unione nazionale consumatori Sicilia, si pone come obiettivo di fare da promotore di una nuova Legge regionale per la tutela dei consumatori, l’istituzione di un’Autorithy su prezzi e tariffe, che garantisca al bilancio familiare un paniere della spesa più vantaggioso.