fbpx

Al palacongressi del villaggio Mosè uno straordinario saggio di danza della scuola di Simona Attanasio. In scena “Lo Specchio Magico”, una rappresentazione ideata proprio da Simona e Giada Attanasio e che si è sviluppata in ben sette atti diversi. Nel Regno di “Terra Splendente”, vivevano nobili principesse e simpatiche fatine dai poteri magici, nel vicino “Regno della Terra Opaca”, invece, brutte streghe e folletti. A fare da protagonista uno Specchio Fatato, capace, per via di uno scherzo, di riflettere le immagini al contrario, e che proprio per questo motivo finisce a terra in frantumi. E si sa quando uno specchio si rompe iniziano i guai. I cocci, giunti nel bosco trasportati dal vento, raggiungono così Narciso, interpretato dal ballerino professionista Luigi Varriale, facendolo innamorare della fata più brutta del regno, che lui vede invece bellissima. E’ necessario a quel punto risanare lo specchio, e per farlo bisogna ricondurlo nel Regno dei Sogni dove era stato fabbricato. Regno, abitato da fate danzanti che stregavano gli estranei che cercavano di introdurvisi. Un percorso arduo quello di risanamento dello specchio, attraverso i vizi umani; dalla vanità alla superbia e all’invidia per la bellezza altrui. Ed ancora attraverso la prova delle stagioni, a contatto con il freddo e il caldo, e poi con le materie prime. Atto finale, quello delle nozze di Narciso e Orbacchiona, che, nonostante lo Specchio li mostri per le loro reali fattezze, si piacciono ugualmente. Uno spettacolo nello spettacolo, dunque, con coreografie create naturalmente da Simona Attanasio, Luigi Varriale e Alosha, assistiti da Giada Attanasio e che hanno coinvolto i numerosissimi spettatori del palacongressi, tra cui genitori emozionati, zii, nonni e cugini dei giovani ballerini. Nel corso della serata sono state portate in scena coreografie di danza classica, moderna, contemporanea, e hip hop, immerse nella scenografia creata da Gaspare Macaluso. Protagonisti di splendidi passi a due, proprio Luigi Varriale, e Simona e Giada Attanasio, che hanno emozionato gli spettatori danzando insieme. Ospite anche Alosha, noto coreografo e danzatore, che ieri sera si è esibito nella danza hip-hop. Ma veri protagonisti sono stati di certo i più piccoli, con la loro dolcezza e il loro entusiasmo, tra un sorriso ed uno sguardo ai genitori, ora sul palco come fatine e folletti, ora come ballerini moderni in un tributo a Michael Jackson, Ma un plauso va fatto anche a chi è dietro le quinte, come la signora Pina Attanasio, mamma di Simona e Giada, che con amore e passione ha seguito l’intero anno di lezioni, sostenendo anche le mamme delle future promesse della danza.