fbpx

Rivivere le suggestioni, i colori e i profumi delle colture agrarie della campagna di Girgenti di fine settecento.

E’ l’obiettivo “dell’Orto di Goethe” il nuovo percorso di visita inserito all’interno della valle dei templi che riproduce, ai piedi del tempio della concordia, le colture e le tecniche agronomiche descritte da Goethe nei suoi diari del soggiorno ad Agrigento nella primavera del 1787.

Ci sono gli ulivi sareceni, il grano, vecchi pistacchi e fichi d’india, ma anche coltivazioni come il lino ormai estinti del territorio.

Il percorso è arricchito da pannelli didattici contenenti citazioni di Goethe e immagini d’epoca.

E all’interno della visita guidata vengono anche illustrate e riprodotte le antiche tecniche di semina e di raccolta come la mietitura del grano.

“Questo a conferma del fatto che il nostro parco punti non solo sul patrimonio archeologico ma anche sulle bellezze paesaggistiche” ha dichiarato il vicedirettore dell’Ente Parco Giovanni Leto Barone.

Un itinerario riservato a scolaresche e gruppi di visitatori che potranno prenotare la visita guidata gratuita telefonando agli uffici dell’ente Parco.