Cronaca Licata Polizia

Mafia, 4 arresti: c’è anche un imprenditore di Licata

Quattro arresti della polizia a Gela nell’ambito dell’operazione «Exitus» che ha fatto luce sul ruolo di imprenditori e di un avvocato, ritenuti a disposizione di Cosa nostra. C’è anche un imprenditore, in pensione di Licata: Giuseppe Incorvaia di 73 anni. In carcere sono finiti , poi, Grazio Ferrara, 39 anni, avvocato del Foro di Gela; Benedetto Rinzivillo, detto “Peppe u curtu”, imprenditore gelese attivo nel commercio delle carni e Emanuele Zuppardo, 62 anni, di fatto domiciliato a Parma, già sottoposto alla libertà vigilata. Tutti sono accusati di associazione mafiosa, aggravata dall’essere armata per avere fatto parte del clan Rinzivillo. ” Giuseppe Incorvaia, imprenditore licatese di cosmetici e profumi, si metteva a disposizione – scrive la Questura di Caltanissetta – del capo clan Salvatore Rinzivillo che, dal carcere, faceva pervenire ad Incorvaia precisi ordini tramite Grazio Ferrara. Inoltre, Incorvaia – prosegue la ricostruzione ufficiale – favoriva il boss gelese fornendogli il suo contributo per l’attivazione di attività economiche funzionali all’investimento e riciclaggio di illeciti proventi, avvalendosi della figura dell’avvocato Ferrara”.