Attualità Cronaca

MAFIA, ARRESTATA ANNA MESSINA

MAFIA, ARRESTATA ANNA MESSINA
Rate this post

Agli arresti domiciliari Anna Messina, sorella dell’ex capo provinciale di Cosa Nostra di Agrigento Gerlandino Messina, a seguito di un’ordinanza emessa questa mattina da parte del G.I.P. del Tribunale di Palermo, Guglielmo Nicastro .
Per lei l’accusa di concorso esterno alla mafia. La donna, è infatti ritenuta responsabile di avere contribuito in modo fattivo , pur senza farne parte, al rafforzamento e alla realizzazione degli scopi dell’organizzazione di tipo mafioso di cosa nostra ed in particolare delle articolazioni territoriali operanti nella zona di Porto Empedocle. Alla sorella del boss è contestata anche l’accusa di aver agito volontariamente da intermediaria tra Gerlandino, all’epoca dei fatti latitante, e terzi allo stato in corso di identificazione, con i quali il fratello manteneva contatti illeciti. Un’ordinanza di custodia cautelare è stata eseguita anche a carico di Gerlandino Messina, attualmente detenuto in regime di 41 bis. La misura eseguita questa mattina lo ritiene essere stato responsabile della gestione della riscossione di somme di denaro provenienti da varie attività’ estorsive nei confronti di imprese ed esercizi commerciali.Messina, quale capo indiscusso di cosa nostra nella provincia, in forza del ruolo rivestito, dispensava favori “per l’assunzione” e dettava ordini alle imprese che dovevano pagare il “pizzo”

Il boss empedoclino è anche accusato di avere acquisito in modo diretto ed indiretto la gestione o comunque, il controllo di attività economiche legate ad opere pubbliche in corso di realizzazione tra le quali i lavori di realizzazione del rigassificatore di Porto Empedocle e i lavori di adeguamento di un tratto della SS640 di Porto Empedocle. Ai due fratelli Messina, è stata contestata anche l’aggravante di avere ottenuto il controllo di attività’ economiche finanziarie con il prezzo, il prodotto o il profitto di delitti.