fbpx

Blitz dei carabinieri nel pomeriggio di ieri a Favara. Un massiccio spiegamento di militari del Reparto operativo, con il supporto dei colleghi della Tenenza favarese, hanno effettuato diverse perquisizioni domiciliari, a persone gravate da precedenti penali, alcuni per associazione mafiosa, ed hanno successivamente passato al setaccio, le aree di pertinenza di alcune abitazione. Su disposizione della Dda di Palermo, hanno eseguito un arresto per un tentato omicidio, risalente alla metà degli anni Novanta. In manette è finito Pasquale Fanara, 52 anni, favarese, già condannato a 6 anni di reclusione per associazione mafiosa nel processo “Akragas”. A fare il suo nome sarebbero stati alcuni collaboratori di giustizia. Altri controlli sono stati accurati e hanno permesso con molta probabilità di rinvenire proprio all’interno di alcune abitazioni, occultati tra materiali vari, armi e munizioni. Diverse persone sono state fermate e portate negli uffici del Reparto operativo, nel quartiere di Villaseta. Al termine degli accertamenti, una è stata arrestata per possesso di un fucile a canne mozze. Si tratta di Calogero Quaranta, 74 anni, pensionato, incensurato.