fbpx

Sei condanne per per complessivi 98 anni di reclusione sono state chieste dai Pm della Dda di Palermo nei confronti degli imputati del processo (che si celebra dinanzi al Tribunale di Sciacca) scaturito dall’inchiestra “Face off” su mafia ed estorsioni nella bassa Quisquina. I rappresentanti della pubblica accosa hanno chiesto 20 anni di reclusione per Luigi Panepinto, 19 anni per Maurizio Panepinto, 10 anni per Marcello Panepinto, 19 anni per Giovanni Favata, 20 anni per Domenico Parisi e 10 anni per Vincenzo Ferranti. Inoltre i Pm, per diversi imprenditori chiamati a testimoniare in questo processo, hanno chiesto la trasmissione dei verbali d’udienza al loro ufficio per procedere peril reato di falsa testimonianza. Secondo gli inquirenti, non ci sarebbe stato appalto pubblico che si stava per avviare sul quale il sodalizio criminale non avrebbero puntato l’attenzione.