Malmenati, minacciati con una accetta e rapinati in casa: coniugi in ospedale

Violenta rapina a Grotte ai danni di due coniugi che sono stati minacciati con una accetta all’interno della loro abitazione. Malviventi con il volto travisato che sono riusciti, nella notte fra mercoledì e giovedì, ad entrare in azione in contrada Mandra.

Dopo l’allarme, sul posto, sono intervenuti i militari dell’Arma dei Carabinieri della stazione di Grotte e quelli della compagnia di Canicattì che hanno subito avviato le indagini per identificare i rapinatori, probabilmente quattro uomini di origine romena.

Soggetti che minacciando la coppia di coniugi sessantaquattrenni sono riusciti a farsi consegnare oggetti preziosi e gioielli, oltre al contante presente in casa. Da quantificare l’esatto ammontare del “bottino”. I due coniugi sono stati soccorsi e trasportati all’Ospedale “Barone Lombardo” di Canicattì per alcuni lievi ferite riportate e giudicabili guaribili in pochi giorni.

Secondo la ricostruzione, i malviventi sarebbero entrati nell’abitazione armati di una accetta, probabilmente prelevata poco prima da un magazzino, e dopo avere strattonato le due vittime hanno posto in essere il loro piano criminale sotto le minacce. Alla fine i quattro avrebbero abbandonato l’abitazione con il “bottino” senza lasciare alcuna traccia.