Maltempo e SAGRA

Inizia all’insegna del maltempo la 67esima sagra del mandorlo in fiore. La pioggia e il freddo di ieri hanno fatto spostare l’esibizione dei gruppi folk regionali prevista sul palco allestito nella Valle dei Templi, al Palacongressi del Villaggio Mosè. Lì i gruppi si sono esibiti portando sul palco ognune le proprie tradizioni con tanto di balli, canti, costumi e allegria. C’è ansia per l’accensione del tripode dell’amicizia , si teme che la pioggia possa ripresentrarsi e , anche questa volta, il tutto sarà spostao al palacongressi e non sarebbe la prima volta. Accensione del tripode dell’amicizia che apre ufficialmente il via al 57° festival internazionale del folklore. L’appuntamento è per le 17: dalla porta V i gruppi internazionali partiranno con fiaccole alla mano per dare vita ad una sfilata di calore in segno di pace e fratellanza tra i popoli che giungerà davanti il tempo della concordia dove il fuoco sarà acceso da alcuni rappresentanti dei gruppi internazionali insieme alle istituzioni locali. La serata , domani continuerà alle 20.00 con i gemellaggi dei gruppi del Festival internazionale “I bambini del mondo” con i gruppi folkloristici agrigentini. Ma, in realtà, la giornata di domani avrà inizio alle 11.00 con l’esibizione dei gruppo del folklore internazionale in Piazza Cavour e in via Atenea. Attesa è, poi, la fiaccolata dell’amicizia di mercoledì, 8 febbraio. Alle 17 da Piazza Pirandello i gruppi , anche questa volta, con le fiaccole in mano giungeranno allo stadio “Esseneto”. Un fiume di calore umano che vedrà momenti di intrattenimento dei gruppi folkloristici internazionali in piazza Marconi.