fbpx

Il giudice monocratico del Tribunale di Agrigento, Giuseppe Lupo, ha condannato e 2 anni e 6 mesi di reclusione Cristian Giardino, 25 anni, di Porto Empedocle. L’imoputato era accusato di diversi reati, tra i quali maltrattamenti, lesioni e minacce ai danni della donna con la quale ha convissuto fino a qualche anno fa e con la quale ha messo al mondo un bambino. Giardino è stato inoltre condannato al pagamento del risarcimento dei danni morali e materiali subiti dalla parte civile costituitasi nel processo, tra cui i genitori della ragazza maltrattata
e la stessa giovane.