Attualità controlli Coronavirus

Mercatini settimanali, Firetto firma l’ordinanza: possono tornare le bancarelle

Lo aveva fatto già Favara qualche giorno fa e prima Aragona: adesso è Agrigento ad aprire ai mercatini alimentari-agricoli settimanali. Il sindaco Firetto ha firmato un’ordinanza che  prevede, tra le altre cose,  della regole da rispettare. Le bancarelle torneranno a montare sul lungomare Falcone-Borsellino di San Leone, fra le via Esseneto e piazzalee Ugo La Malfa, a villa Bonfiglio e lungo il viale Della Vittoria. “L’attività di vendita, al pari delle operazioni di installazione e smontaggio dei relativi stand, devono assicurare il pieno rispetto delle misure igienico-sanitarie anche con riferimento al decreto della presidenza del Consiglio dei ministri del 26 aprile scorso – ha scritto il sindaco di Agrigento – . “ E’ stato prescritto il distaziamento di almeno tre metri tra le attrezzature di vendita e merci dei singoli operatori di mercato; la collocazione, a cura di ciascun esercente, di adeguata informazione grafica circa gli obblighi del distanziamento interpersonale e delle misure per la prevenzione del contagio. Prevista, inoltre, la presenza di non più di due operatori per ogni posteggio.  “L’accesso all’area mercato, per limitare al massimo la concentrazione di persone, è consentito ad un solo componente per nucleo familiare, fatta eccezione per la necessitò di recare con se minori di anni 14, disabili o anziani – prosegue l’ordinanza del sindaco Firetto – . Rispetto del distanziamento interpersonale di almeno un metro e del divieto di qualunque forma di assembramento”.  L’ordinanza del sindaco di Agrigento prescrive infine “obbligo, per gli operatori commerciali, di idonea mascherina a copertura naso e bocca; di guanti o in alternativa frequente lavaggio delle mani con detergente disinfettante”. L’ordinanza poi avverte: “ Qualora dovessero verificarsi assembramenti o mancato rispetto delle misure di distanziamento interpersonale o di quelle igienico precauzionali, l’attività verrà  immediatamente sospesa. “