fbpx

E’ stato dichiarato fuori pericolo, M.G., l’agente della Polizia di Stato rimasto ustionato a causa di un’esplosione provocata da un corto circuito di una cassetta di derivazione a conchiglia dell’Enel, verso le 22 dell’altra sera, in via Levanzo, nel quartiere di Monserrato. Ricoverato in un primo momento al pronto soccorso dell’ospedale San Giovanni di Dio, i medici accertando la gravità delle ferite, poche ore dopo ne hanno disposto l’immediato trasferimento al Centro grandi ustioni del Civico di Palermo. Il poliziotto ha riportato ustioni di secondo e terzo grado al volto, alle braccia, alle mani, al torace e ad un gomito. L’altro ferito, un ragazzo di 16 anni, dopo essere stato medicato dai medici agrigentini è stato dimesso. Guarirà in pochi giorni. Ancora da accertare le cause che hanno provocato due deflagrazioni, una seguente all’altra, che hanno ferito prima il sedicenne, S.P., di Agrigento, che si trovava davanti alla cabina insieme ad alcuni amici, e successivamente l’agente della sezione Volante, accorso sul luogo.