Cronaca migranti Polizia

Migranti umiliati e costretti a schiaffeggiarsi, spunta il video

E’ circolato in rete il video, probabilmente girato con un cellulare da uno dei migranti, in cui si vede la scena che ha dato impulso all’indagine. Due migranti sarebbero stati umiliati e puniti dopo un tentativo di fuga fallito dal centro di accoglienza dove erano stati posti in quarantena.  Il pubblico ministero Cecilia Baravelli ha aperto un’inchiesta e iscritto nel registro degli indagati un poliziotto, in servizio di vigilanza nella struttura, con l’accusa di “abuso dei mezzi di correzione”. Il gip di Agrigento Alessandra Vella ha accolto la richiesta del pm e ha disposto l’incidente probatorio per sentire cinque migranti ospiti di una struttura di accoglienza, due dei quali sarebbero state vittime di umiliazioni e percosse da parte del poliziotto. L’ispettore, secondo quanto sarebbe stato denunciato, dopo un tentativo di fuga, avvenuto nei primi giorni di giugno, dal centro di accoglienza di contrada Ciavolotta, dal quale si erano allontanati alcuni migranti posti in quarantena come misura anti-contagio, avrebbe umiliato due giovani migranti, nel frattempo bloccati, di cui uno minorenne, forse per dare una “lezione” agli altri. «Sei l’ospite e devi rispettare la legge, adesso inginocchiatevi e schiaffeggiatevi a vicenda». Il poliziotto, inoltre, avrebbe colpito con due schiaffi uno dei due esortando l’altro a «fare l’uomo». Dopo il tentennamento di uno dei due a schiaffeggiare il compagno, il poliziotto lo avrebbe esortato a “fare l’uomo”. All’inizio della scorsa settimana, quando è pervenuta la notizia di un comportamento scorretto ad opera di un appartenente alla Polizia di Stato nei confronti di alcuni cittadini extracomunitari, la Questura di Agrigento ha provveduto a segnalare sia i fatti accertati che gli autori degli stessi alla locale Procura della Repubblica”. Lo precisa, con una nota, la Questura di Agrigento che aggiunge: “La stessa ha tempestivamente avviato un’indagine e nel giro di pochi giorni ha emesso informazione di garanzia nei confronti dell’indagato. Si rende noto, altresì, che il questore di Agrigento ha immediatamente avviato iniziative disciplinari”.  

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.