“Minaccia giudice per sentenza sfavorevole”, sessantacinquenne a giudizio

Sarebbe entrato nell’aula del Tribunale di Agrigento minacciando un giudice in servizio alla sezione civile poiché riteneva che quest’ultimo avrebbe negato un risarcimento al figlio.

Una vicenda che risale al luglio del 2016 ma ora finisce con la citazione diretta a giudizio del protagonista, un uomo di Palma di Montechiaro, accusato di minacce gravi. Il 65enne finirà così a processo e la prima udienza si terrà il prossimo 20 giugno davanti al giudice monocratico del tribunale di Caltanissetta.

La presunta minaccia sarebbe stata effettuata poichè l’uomo riteneva di essere stato vittima di una ingiustizia per una causa intentata ad alcuni medici dell’Ospedale che avrebbero, secondo la sua versione, causato la perdita di vista da un’occhio per il figlio. Il giudice non ritenne vi fosse alcun nesso fra la condotta dei medici ospedalieri e per la perdita di vista. Una sentenza che, data la reazione, non fu accettata dal 65enne che si recò così dal giudice, non trovandolo in aula, e iniziò ad inveire contro i presenti dicendo che sarebbe andato a trovare a casa il giudice