fbpx

Non ce l’ha fatta la Moncada Agrigento a portare a casa questa vittoria, per un solo punto di differenza. La partita con il Potenza si è chiusa infatti su un 58-57. Un risultato che si è preso beffa dei ragazzi di coach Esposito, che hanno pagato caro un piccolo calo di concentrazione nell’ultimo quarto, lasciando la possibilità ai padroni di casa di rimontare fino al sorpasso finale, raggiungendo i primi due punti di questa stagione. Nel primo quarto i biancazzurri, si sono dimostrati subito grintosi e precisi al canestro, portandosi fino a più dieci, e nonostante il Potenza abbia accorciato le distanze, anche il secondo periodo si chiude con un vantaggio di 3 punti in nostro favore. Al rientro dagli spogliatoi la Moncada Agrigento rientra aggressiva e si porta a tre minuti dalla fine del terzo periodo sul più 11, ma ancora una volta la differenza punti si accorcia. Decisivo, come spesso accade nello sport, si rivela l’ultimo quarto. Un botta e risposta di canestri che alla fine premia i padroni di casa, che hanno il merito di averci creduto fine alla fine. Vano è l’ultimo tentativo da tre di Cavallaro.
La Moncada Agrigento non riesce a portare a casa i due punti, nonostante quella che potrebbe essere definita una gara complessivamente positiva. A distinguersi, sul parquet avversario, Ferrara, miglior realizzatore, con 15 canestri, Barsanti, Barbieri, Squarcino, Anello, Pennisi e Sabbatino.