fbpx

Un uomo, Rodolfo Pagano, 63 anni, di Agrigento è morto carbonizzato all’interno della sua abitazione, al primo piano di uno stabile, situato in via Stromboli, nel quartiere di Monserrato. Sul posto si sono recati i vigili del fuoco del comando provinciale di Agrigento, che hanno spento le fiamme. Inutile l’intervento del personale medico di un’ambulanza, che ha solo potuto accertare il decesso dell’uomo. Ancora poco chiara la dinamica dei fatti. Di sicuro l’uomo avrebbe avuto un violento litigio con la moglie, che ferita nella colluttazione sarebbe ricorsa alle cure del pronto soccorso dell’ospedale San Giovanni di Dio. Due le ipotesi al vaglio dei poliziotti della sezione Volante e degli agenti della Squadra Mobile: Pagano sarebbe stato avvolto dalle fiamme nel tentativo di incendiare la casa o l’uomo si sarebbe dato fuoco da solo. Subito dopo i vicini di casa hanno visto una colonna di fumo fuoriuscire da una finestra dell’appartamento e preoccupati hanno chiamato i vigili del fuoco, che giunti sul posto hanno trovato il corpo di Pagano completamento bruciato, riverso sul pavimento della camera da letto. Nessuna traccia della moglie e dei due figli della coppia. Poco dopo la moglie è stata rintracciata in ospedale. I poliziotti della sezione Volante e gli agenti della Squadra mobile di Agrigento, diretti da Alfonso Iadevaia, hanno avviato le indagini per ricostruire la dinamica dei fatti.