fbpx

E’ stato arrestato dai carabinieri del Reparto operativo di Agrigento, Leonardo Iatì, 21 anni, nato a Ribera, residente a Montallegro, ritenuto l’autore dell’omicidio della professoressa romana in pensione, Giovanna De Rossi, conosciuta da tutti come “Gianna”, trovata morta l’11 dicembre del 2009, all’interno del suo appartamento di corso Vittorio Emanuele. L’0rdinanza di custodia cautelare è stata emessa dal Gip del tribunale di Agrigento, Stefano Zammuto, su richiesta della procura della Repubblica di Agrigento. La svolta nelle indagini lo scorso 14 ottobre, quando gli esperti della Scientifica dell’Arma erano tornati nella casa della donna, per cercare tracce ematiche e biologiche da comparare con i risultati in mano agli investigatori. La donna è stata uccisa tra il 7 e l’8 dicembre del 2009, dopo essere stata ripetutamente colpita al capo con un grosso vaso di vetro. Al fine di procurarsi l’impunità del delitto, l’assassino avrebbe inciso sul cadavere utilizzando un oggetto a punta nella zona ombelicale e sovrapubica dei disegni a forma di semiluna ed una a forma di  “S”. Giovanna De Rossi, ex maestra di musica, venne trovata con il cranio fracassato e seminuda, riversa sul pavimento di casa. L’abitazione era interamente a soqquadro, il che fece ipotizzare una rapina finita male. Sulla porta d’ingresso non c’erano però segni d’effrazione e quindi, si pensò subito che la pensionata conoscesse il suo assassino. Due giorni dopo il delitto, i carabinieri trovarono, nascosti nel bagno, gioielli per diverse migliaia di euro. Secondo le indagini dei militari dell’Arma coordinati dal colonnello Salvo Leotta e dal capitano Nicolò Pisciotta, il giovane si sarebbe introdotto nell’abitazione della De Rossi, contro la volontà della stessa, e  con l’intento di impossessarsi dei gioielli. La donna, nubile, originaria di Roma, viveva da sola a Montallegro, dove si era trasferita da un paio d’anni, da quando, dopo una vacanza, s’innamorò di un uomo residente nel piccolo centro dell’agrigentino. Fu questo uno dei motivi che spinsero Giovanna De Rossi, ad acquistare un’abitazione, proprio di fronte il corso principale del paese.