Morì a causa di una infezione contratta dopo un intervento, chiesti 732 mila euro di risarcimento

Chiesto un risarcimento danni da 732 mila euro. Lo hanno fatto i familiari di una donna che venne ricoverata – era il 16 febbraio del 2009 – al reparto di Ortopedia dell’ospedale “San Giovanni di Dio” di Agrigento e dove è stato ritenuto, dai familiari, che abbia contratto una infezione a causa della quale, dopo qualche anno, è morta.La donna era stata sottoposta ad un delicato intervento chirurgico all’anca destra ed è in questa circostanza che si ritiene che abbia contratto una infezione da strafilococco aureo, motivo per il quale il 2 luglio dello scorso anno è deceduta. Gli eredi hanno dunque chiesto il maxi risarcimento all’azienda sanitaria provinciale di Agrigento. La direzione sanitaria, non avendo riscontrato elementi a carico dei sanitari e della struttura ospedaliera, secondo quanto riporta oggi il quotidiano La Sicilia, ha ritenuto di aderire al procedimento di mediazione promosso dagli eredi. Il sinistro non è coperto da polizza assicurativa, quindi la somma che verrà stabilita in sede di mediazione andrà a gravare sul bilancio dell’azienda.