fbpx

Ha preso il via ieri, dinanzi al Gup del Tribunale di Agrigento, Stefano Zammuto, l’udiìenza preliminare contro tre medici dell’ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento accusati di omicidio colposo. Si tratta del primario del repartro di Ostetricia-Ginecologia, Salvatore Bennici, nonché di Maria Grazia Mula e Concetta Sala, del reparto di Terapia intensiva neonatale. Alla base del processo c’è la morte di un neonato, figlio di una coppia di empedoclini. Il piccolo, due anni fa, morì il giorno dopo il parto. I genitori sporsero denuncia alla polizia e la Procura aprì un’inchiesta. Secondo l’accusa, a causare la morte del bambino sarebbero stati la nascita prematura, avvenuta con parto cesareo, e una serie di terapie farmacologiche inadeguate. L’inchiesta è stata coordinata dal Pm Lucia Brescia. I genitori del neonato, rappresentati dall’avvocato Annalisa Russello, hanno chiesto di potersi costituire parte civile, mentre gli imputati, difesi dagli avvocati Galluzzo, Neri, Pennica e Faro, hanno chiesto di essere interriogati. L’udienza proseguirà il 19 giugno.