Morte Tutino, disposte nuove indagini News Agrigentotv

Lo scorso mese di novembre, l’avvocato della famiglia di Pierino Tutino, Salvatore Pennica,  davanti al Gip Alessandra Vella ha illustrato la tesi di un possibile omicidio. Tesi che avrebbero dovuto convincere il giudice a non archiviare – così per come richiesto dalla Procura – il caso. Il legale , lo scorso ottobre, aveva anche  chiesto che la salma del cinquantaquattrenne agrigentino venisse riesumata per nuove indagini ed accertamenti. Adesso quella opposizione è stata accolta dal    giudice per le indagini preliminari del tribunale di Agrigento, Alessandra Vella. E , dunque, il caso non verrà archiviato ma anzi. Nuove indagini, a tutto campo, sul caso della misteriosa morte di  Tutino.  Il Gip ha trasmesso gli atti alla Procura per nuove indagini. Esattamente per come ha sempre chiesto l’avvocato di fiducia della famiglia.  Pierino Tutino,  il 22 ottobre del 2015, venne trovato morto lungo il viadotto Imera, ad Agrigento. Tutto faceva pensare ad un incidente stradale. Ma per la famiglia, sono troppe le anomalie riscontrate in quell’incidente , verificatosi lungo la bretella che collega il piazzale Rosselli con la statale 189.