fbpx

La sua ex fidanzata lo aveva lasciato ma lui non voleva rassegnarsi e continuava ad importunarla sino ad insultarla, a minacciarla di morte e a tentare di strapparle dalle mani la borsa per entrare in possesso del cellulare della ragazza per leggere i suoi Sms e spulciare nella rubrica telefonica. Comportamenti che a V.B. 40 anni residente a Naro sono costate una condanna a 3 mesi di reclusione ed al pagamento delle spese processuali. Il processo è stato celebrato dinanzi al giudice monocratico del Tribunale di Agrigento (sezione di Canicattì).