Cronaca Provincia

Naro, ritrovato nella diga “San Giovanni” il cadavere del rumeno scomparso

Naro, ritrovato nella diga “San Giovanni” il cadavere del rumeno scomparso
Rate this post

Servira’ l’esame autoptico per capire la reale causa della morte di Marius Mihalita Obrijanu, originario della romania, 28 anni, il cui corpo e’ stato recuperato ieri pomeriggio nelle acque del lago San Giovanni a Naro. Gli inquirenti, infatti, non escludono nessuna traccia. Vogliono capire com’e’ morto il rumeno, s’e’ caduto in acqua accidentalmente per colpa di un malore oppure per altri motivi. L’uomo era scomparso da Naro, dove abitava con la moglie e i figli, dal 22 gennaio scorso. Era andato alla diga di Naro per pescare le trote e non e’ rientrato a casa. La moglie si e’ rivolta ai carabinieri della locale stazione. Subito sono scattate le ricerche anche con l’ausilio dei sommozzatori dei vigili del fuoco. Poi sono sospese a causa delle cattive condizioni atmosferiche. Le ricerche sono riprese con il bel tempo e ieri la scoperta del cadavere da parte dei volontari dell’Aeop, le guardie giurate ittiche di Agrigento.
Scattato l’allarme sul posto si sono precipitati le forze dell’ordine e i vigili del fuoco che hanno portato il corpo del rumeno, in avanzato stato di decomposizione, sulla terra ferma. Sul posto anche i vigili urbani ed il sindaco di Naro, Morello. E’ toccato poi ai familiari riconoscere il corpo della vittima.