fbpx

Da domani mattina gli autocompattatori provenienti dai Comuni serviti da Gesa (Ato Ag2)non potranno conferire la spazzatura nella discarica di Siculiana. L’impresa Catanzaro, che ne cura la gestione, ha fatto sapere che – in mancanza dei pagamenti concordati per saldare il credito che la stessa impresa vanta nei confronti della società d’ambito – la discarica viene chiusa. Stavolta la situazione sembra un pò più complessa e delicata rispetto all’ultima volta che Catanzaro minacciò la chiusura, anche perché c’é anche da tenere conto dello sciopero, proclamato per i giorni 13 e 14 dicembre dai sindacati Cgil, Cisl e Uil, dei lavoratori dipendenti del raggruppamento di imprese che si occupa della raccolta dei
rifiuti.