Nino martoglio

Ha spento 10 candeline il premio di poesia dialettale Nino Martoglio ideato dall’artista grottese , Aristotele Cuffaro. Sabato sera , nell’atrio municipale del comune di Grotte, una serata all’insegna del dialetto , della cultura e del divertimento. Quest’anno la serata è stata condotta cdal produttore e regista, Francesco Bellomo e dalla modella,  Claudia Tosoni,  terza classificata a  Miss Italia 2012. A vincere questa decima edizione è stato Salvatore Carlucci con la raccolta “Ncimaturi”, premiato con un contratto che ha firmato in diretta con l’editore della Medianova, Antonio Liotta. Il premio tende a preservare e diffondere la cultura della nostra terra attraverso la valorizzazione del dialetto con la consegna del premio a seguito di un’attenta valutazione della prestigiosa giuria presieduta dal Salvatore Di Marco. Questa edizione, tutta al maschile, ha per protagonisti tre diversi dialetti siciliani: Michelangelo Grasso di Enna con la raccolta “Pani di vita”, Salvatore Carlucci , appunto, e Santi Geraci di Palermo con la raccolta “ Unni nascivu”.Una tradizione oramai consolidata è la consegna dei Premi speciali.La sezione del premio “Gregorio Napoli” dedicata al cinema, al teatro ed al mondo dello spettacolo è stata assegnata all’attore Pino Caruso.

Mentre la sezione intitolata allo storico e letterato di origine grottese Francesco Pillitteri è stata assegnata al regista Pietro Carriglio, direttore artistico del teatro Biondo di Palermo.

Un commento su “Nino martoglio

I commenti sono chiusi.