Cronaca Giudiziaria Giustizia

Nomine Asp, Di Giovanni inserito nell’elenco degli idonei: ministero condannato

La materia del contendere è cessata. Gaetano Di Giovanni – secondo quanto era stato già disposto – è stato inserito nell’elenco nazionale degli idonei alla nomina di direttore generale delle aziende sanitarie locali. A dichiarare, appunto, cessata la materia del contendere è stato il Tar Lazio che ha condannato il ministero della Salute al pagamento delle spese di giudizio (liquidate in 1.500 euro). Gaetano Di Giovanni, attuale presidente dell’Urega di Agrigento e dirigente amministrativo del settore III del Comune di Agrigento, era stato reinserito nell’elenco degli idonei alla fine dello scorso maggio, prima che si tenesse l’udienza davanti al Tar di Roma al quale aveva fatto ricorso chiedendo l’annullamento degli atti con i quali era stato escluso dall’elenco. Il ministero della Salute, prima che si tenesse davanti al Tar Lazio, l’udienza fissata per il 9 giugno, condividendo le tesi degli avvocati Girolamo Rubino e Giuseppe Impiduglia, con provvedimento del 22 maggio 2020, ha rettificato il punteggio attribuito a Di Giovanni, inserendo nell’elenco.