fbpx

Come detto dalla nostra emittente nelle interviste a Zambuto nei giorni scorsi in merito all’impossibilità di organizzare la Sagra del mandorlo in fiore 2013 ha trovato puntuale riscontro nelle parole del sindaco Marco Zabuto:  “Allo stato attuale non c’è un solo euro a dispodizione – ha confermato il primo cittadino – e se dovesse permanere questa situazione difficilmente quest’anno potremo fare svolgere la Sagra.  Io ho avuto un incontro con il presidente della Regione Rosario Crocetta, nella speranza di poter ripristinare il finanziamento, ma al momento continua a non esserci nulla”.

Un pensiero su “Non ci sono soldi, la Sagra non si farà”
  1. E finalmente…….non se ne può più!! A parte la solita solfa di mancanza di fondi, all’inizio di ogni anno e poi, improvvisamente saltano fuori ma, è da dire, che ormai è una manifestazione fuori moda, cioè non attuale, che ha smarrito per strada la sua peculiare caratteristica di “riunione dei popoli” all’ombra del Tempio della Concordia che, come dice la stessa parola, si proponeva la “CONCORDIA” tra i popoli di diverse razze ed etnie. C’è bisogno di sprecare un mare di denaro per far venire i “gruppi” da diverse parti del mondo? Ma sono qui tra noi, anzi…..!!! Ve ne sono il triplo, che dico, dieci, venti cento volte di più, rispetto a quelli che si presentavano un tempo e che, raramente, raggiungevano 20 etnie. Adesso, basta un fischio al centro della nostra città e…..voilà…. come per incanto spuntano, in men che non si dica, almeno 200 ETNIE!!! Il difficile, semmai, è procurarsi un ESQUIMESE. Non se ne trova uno, neanche a pagarlo (cioè ad ingaggiarlo) a peso d’oro (fortunatamente, pesano poco)! Perciò bastano poche migliaia di euro per organizzare una nuova FESTA ETNICA: è sufficiente un gruppo musicale (come il pifferaio magico di Hamelin) che sappia mettere le note al punto giusto e tutti i gruppi etnici dietro (come la celebre fiaba dei fratelli Grimm) che ballano e cantano sfrenatamente e, dopo ore, sfiniti ed esausti arrivare alla sospirata meta del TEMPIO della CONCORDIA! Fine della Festa! E l’esquimese? Ah….eccolo….poverino, è arrivato da lontano, con un pò di ritardo!

I commenti sono chiusi.