fbpx

Si sarebbe invaghito di una donna, più giovane di quarant’anni, al punto da perseguitarla e umiliarla nel giorno del suo matrimonio raccontando agli invitati di essere il suo amante. Un pensionato di 90 anni di Aragona, è finito nei guai, dopo le denunce presentate dalla presunta vittima, una 52enne.

Il giudice monocratico del Tribunale di Agrigento, Agata Anna Genna, ha aperto il dibattimento e rinviato al 17 gennaio prossimo per sentire in aula alcuni carabinieri che hanno raccolto le denunce della presunta vittima, che si è costituita parte civile. L’anziano, difeso dall’avvocato Fabio Inglima Modica, deve rispondere di atti persecutori.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.