Nuovo rimpasto, nuova rimodulazione delle deleghe

Prima le dimissioni di Giovanni Amico e la nomina di Massimo Muglia, poi la ridistribuzione degli incarichi agli assessori. Il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto, ha assegnato le deleghe. A prendere la delega al bilancio, come già anticipato nei giorni scorsi, è stato Nello Hamel, che continuerà ad avere l’incarico ad Ambiente, Ecologia e Tutela degli animali. Gabriella Battaglia prende la delega al verde pubblico e aggiunge quella ai lavori pubblici (finora mai assegnata) e mantiene protezione civile, servizi democrafici, trasporto pubblico locale ma perde la Polizia municipale che andrà a Massimo Muglia, il quale avrà anche commercio, Suap, patrimonio, controllo di gestione e razionalizzazioni, biblioteche e musei e servizi a rete. Ad Elisa Virone, che resta vicesindaco, resteranno le deleghe a urbanistica, decoro urbano e contenzioso, così come a Gerlando Riolo rimangono le deleghe a sanità, coesione sociale, welfare, immigrazione, volontariato, pari opportunità, politiche giovanili e balnearità (quest’ultima proveniente dalle deleghe di Hamel). Inalterati gli incarichi di Antonino Amato, che mantiene pubblica istruzione, edilizia scolastica, centro storico, quartieri, servizi cimiteriali e sport.