fbpx

I Carabinieri di Lampedusa, su ordine della Procura della Repubblica di Agrigento, hanno apposto i sigilli all’area deposito carburanti dell’aeroporto di Lampedusa. Il provvedimento di sequestro preventivo è lo sviluppo di una indagine, partita già nel 2018, che ha documentato delle irregolarità nell’occupazione di un’area aeroportuale, adibita a deposito da parte della società concessionaria del servizio di rifornimento carburante.

I Carabinieri, infatti, su delega della Procura della Repubblica di Agrigento, hanno nel tempo effettuato una serie di sopralluoghi e di accertamenti allo scopo di verificare la liceità dell’occupazione, da parte della società operante di un sedime aeroportuale ben più ampio di quello consentito dal contratto vigente con l’ENAC.